Informazioni personali

La mia foto
PU, Italy
Punti di riferimento per il cammino: curiosità, conoscenza, comunicazione.

venerdì 15 luglio 2016

Italia turrita 1

https://it.wikipedia.org/wiki/Piazza_Italia_(Reggio_Calabria)

L'Italia turrita è una personificazione o allegoria dell'Italia, nell'aspetto di una giovane donna,  il capo cinto da una corona muraria con relative torri (da cui il termine turrita). La rappresentazione allegorica è tipica dell'araldica civica italiana e trae le sue origini dall'Antica Roma.(Wikipedia)

Emissioni filateliche del soggetto in Italia  - 1924 Enti semistatali
Gli enti semistatali erano associazioni benefiche a carico dello Stato che godevano di particolari privilegi, tra cui l'esenzione dal pagamento delle tasse postali (Regio Decreto 11 febbraio 1923). Per regolamentare tale franchigia, oltre che per ragioni contabili, gli enti erano dotati di speciali francobolli, inviati a titolo gratuito.
I francobolli avevano il medesimo soggetto per tutti gli enti, ma riportavano in sovrastampa il nome dell'ente; di conseguenza, esistono 14 diverse serie di francobolli.
I soggetti scelti furono lo scudo sabaudo, la lupa capitolina e l'Italia turrita.(tratto da Wiki - iBolli.it). Quest'ultimo soggetto è presente in 13 delle 14 serie:


Associazione biblioteche Bologna50 cent. ; Biblioteche circolanti Milano - 50 cent.
Federazione italiana biblioteche popolari 50 cent., lire1 ; Consorzio biblioteche Torino - 50 cent.





Ufficio nazionale collocamento disoccupati - cent. 50,  lire1, lire5





Opera nazionale protezione assistenza invalidi di guerra - cent.50, lire1, lire3, lire5




Associazione nazionale mutilati invalidi di guerra Romacent.50, lire1, lire3, lire5


Associazione nazionale mutilati invalidi di guerra Roma soprastampata-  cent.50, lire1, lire3, lire5


 
 Patronati scolastici - cent. 50Gruppo d'azione scuole Milano - cent. 50
I patronati scolastici fornivano assistenza agli alunni delle scuole elementari, con l'istituzione della mensa scolastica, la concessione di sussidi per calzature, vestiario, la distribuzione di cancelleria e materiale didattico. 

 Opera Italia redenta Roma - cent. 50Lega nazionale Trieste - cent. 50
La lega nazionale Trieste, presente ancora oggi, si occupa di diffondere la cultura italiana nei territori del nord-est risultati oggetto di contese dutante gli eventi bellici.
Lo statuto recita che lo scopo dell'associazione è "di perpetuare e promuovere ovunque la conoscenza, lo studio, l'amore e la difesa della lingua e della civiltà italiana nella Venezia Giulia. A tal fine l'associazione svolge, indipendente da qualsiasi partito od organizzazione di parte, attività soprattutto culturali, educative, assistenziali, ricreative".


 Cassa nazionale assicurazioni infortuni sul lavoro - cent. 50lire1, lire5


Cassa nazionale assicurazioni sociali - cent. 50lire1




Approfondimenti:
ENTI SEMISTATALI - UN...RISCHIOSO 1924 - Vaccari news



mercoledì 9 dicembre 2015

Marlene Dietrich 2


Grazie ai sugggerimenti ed alla collaborazione di alcuni lettori, agggiungo, alla lunga lista di francobolli dedicati a Marlene Dietrich, queste quattro emissioni:


Kirghizistan  2000  Blocco foglietto






Kirghizistan 2000 -"Leggende del 20° secolo",  in  BF di 9 valori con personaggi diversi,
fra cui Clarke Gable, Marilyn Monroe, Greta Garbo, Albert Einstein e Sigmund Freud.


Nevis 2003 - BF- 10° anniversario della morte di Marlene Dietrich 1901-1992  (immagine tratta da StampWorld)

Il foglietto riporta immagini tratte da alcuni suoi films (Shanghai Express, 1932; Capriccio spagnolo The Devil is a Woman, 1935; Partita d'azzardo Destry Rides Again, 1939 e La signora acconsente The Lady Is Willing, 1942.


Nevis 2003 - 10° anniversario della morte di Marlene Dietrich (immagine tratta da StampWorld)



Acquachiara

mercoledì 25 novembre 2015

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne


La ricorrenza è stata istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999. L'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come data della ricorrenza e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica.

Anche nella filatelia esistono esempi di questa sensibilità contro la violenza di genere:

S. Marino - 2014







 emesso il 17.03.20 14 - dalla serie di 4 valori sulla violenza di genere
Violenza sessuale, donna rannicchiata  
 

Acquachiara

domenica 22 novembre 2015

Marlene Dietrich




http://www.amalgama-lab.com/songs/m/marlene_dietrich/

MARLENE DIETRICH
Marie Magdalene
"L'America mi ha portato nel suo seno quando non avevo più una patria degna di questo nome, ma nel mio cuore io sono tedesca, tedesca nella mia anima." 

Intelligente, indocile, irriverente, spregiudicata, coraggiosa, intraprendente, inflessibile anche con se stessa. Ci sarebbero molti e diversi modi possibili per accostarsi al ricordo di questa donna: la sua bellezza rimasta mito, la sua determinazione, il perfezionismo, le scelte coraggiose, i  suoi limiti. Nel leggere la sua biografia colpisce la forza che le permise di affrontare grandi sacrifici e la schiettezza di chi, al fondo di se stesso, rimane, comunque, un essere libero. Fu una grande donna, amò il suo Paese d’origine (la Germania) ma seppe fare scelte indipendenti, a volte dolorose, pagate coraggiosamente in prima persona e a caro prezzo. Al netto di tutto questo, resta la testimonianza di un carattere e di una bellezza non comuni per cui rimarrà sempre un ricordo negli occhi e nel cuore di chi l’ ha conosciuta, anche solo attraverso l' immagine pubblica e cinematografica.
Molte sono le cose che passano, anche la sua vita (Berlino1901- Parigi1992), ma di lei molte sono anche le cose che restano, intatte, nel tempo.

parismatch-Cinema-Marlene-Dietrich

In un articolo  di  Eduardo Lubrano  su   Il journal,  giornale on line del 27.12.2012, dal titolo Il compleanno di una diva: Marlene Dietrich si possono trovare una breve biografia e due famose canzoni: fra cui Lili Marlene
Molto interessanti,  per la ricostruzione storica di alcuni aspetti della sua vita e della sua immagine pubblica,  sono i filmati trasmessi  in una puntata televisiva di “La storia siamo noi”, dal titolo “Marlene Dietrich – La nemica”, in cui si  indaga il rapporto dell' attrice con la sua terra d’ origine, la Germania,  ed il nazismo.
Su alcuni aspetti del suo carattere e della sua storia, soprattutto quella degli ultimi anni, ha scritto un bell’ articolo Isabella Bossi Fedrigotti  dal titolo “Per l’ ultima Marlene un uomo invisibile” pubblicato sul Corriere della sera il 18.12.1993.

Marlene Dietrich nei francobolli

 Circa 30 valori emesssi nel mondo per questa meravigliosa donna. Non tutti rendono onore alla sua straordinaria immagine. Testimoniano comunque la celebrità e la diffusione raggiunta dal suo mito cinematografico e personale. Le immagini che seguono sono tratte, salvo diversa indicazione, dal sito cinematografico russo La grande illusione  in cui è presente una sezione dedicata ai francobolli tematici sul mondo del cinema.


Grenada Grenadines 1992 - In Blocco Foglietto. 

Nel francobollo è raffigurato un  ritratto dell'attrice. La corrispondente foto, del 1948, è visibile sul sito di "Encyclopedia Britannica Profiles - 300 women who changed the world"  in cui si parla della partecipazione di Marlene Dietrich alla lotta contro il nazismo.

Durante il Terzo Reich e nonostante le richieste personali di Adolf Hitler, la Dietrich rifiutò di lavorare in Germania ed i suoi film, in quel Paese, furono temporaneamente vietati.


Repubblica della Guinea 1992 -  Blocco Foglietto che richiama l' omaggio tributato dalla Monroe alla Dietrich nel 1957,  quando il fotografo Richard Avedon la ritrasse in posa come Marlene Dietrich nel film "L' angelo azzurro".


Isole Maldive 1993 -  Nel Blocco foglietto "I GRANDI WESTERNS", 8 valori,  Marlene Dietrich e James Stewart nel film "Partita d'azzardo" 1939, titolo originale Destry Rides Again
Commedia comica western, in cui Marlene veste i panni dell’irascibile Frency, una cantante di saloon, che si innamora del timido e goffo vice-sceriffo Destry (James Stewart).

Grenada Grenadine 1995
Mali 1995 -  nella serie "Stelle e registi"  -  
Ritratti di Marlene Dietrich e del regista Josef von Sternberg. che insieme diventarono una delle più fortunate coppie regista-attore della storia del cinema.  Lavorarono assieme in sette film:
 L'angelo azzurro (Der Blaue Engel) 1930
Marocco (Morocco), 1930
Disonorata (Dishonored), 1931
Shanghai Express, 1932
Venere bionda (Blonde Venus), 1932
L'imperatrice Caterina (The Scarlet Empress), 1934
Capriccio spagnolo (The Devil Is a Woman), 1935

Bulgaria 1995 -  nella serie "Stars del cinema", 6 valori - La Dietrich raffigurata insieme alla Monroe
Per la Dietrich il riferimento è al film  L'ammaliatrice (The Flame of New Orleans), regia di René Clair (1941)



venerdì 19 giugno 2015

Made in France

Francia 1955-  Modella guantata in Place De La Concorde
Foto del blog  Dietro le "gommelle" - Dalla collezione personale dell' autrice.







 26 marzo 1955. La Francia emette un francobollo dedicato all' industria tessile francese produttrice di guanti.
"Il guanto era un indumento prettamente maschile, proibito alle donne in quanto simbolo di autorità maschile...Solo nel IX sec. le donne riuscirono ad impossessarsene facendone oggetti lussuosi e decorativi, con pelli finissime, tessuti preziosi, ricami, bottoni di perle e pietre preziose. Furono gli artigiani francesi e italiani a gestire il mercato dei guanti, eternamente in lotta tra loro per conquistare il primato di originalità... Secoli e secoli di storia ci parlano di questo accessorio che, da qualche anno, è tornato sulle passerelle di tutto il mondo"  (tratto dall' articolo I GUANTI di Stella De Matteo - Vogue Encyclo,  che ripercorre la mitologia, la storia e l' evoluzione di questo accessorio dell' abbigliamento femminile)
La Francia è grande in molte cose, anche attraverso l' immagine veicolata dai francobolli, attenta ed efficace promotrice delle proprie produzioni. Nel 1954 venivano emessi 5 valori su "industria e artigianato": gioielleria e oreficeria, fiori e profumi, tappeti, editoria e rilegatura, porcellane e cristalli. Un anno prima usciva un bel valore da 30 F sull' alta moda, omaggio a Christian Dior. Così anche nella filatelia si rese evidente come, dopo la guerra, Parigi tornò a essere la capitale mondiale della moda. Un primato che comunque l' Italia, più volte, continuerà a mettere in discussione.

Francia  8 maggio 1954 -  5 valori in calcografia "INDUSTRIA E ARTIGIANATO"

Francia  24 aprile 1953 -  ALTA MODA, omaggio a Christian Dior



per approfondimenti
1941-1950  Una nuova geografia internazionale della  moda